Lo chef consiglia #1

Quando il mio Amore
Ondeggiando ci apparve,
Ci affascinò con la sua bellezza
Ci lasciò assetati del suo sguardo
E ne fummo prigionieri.

Un ramo si spezzò e cadde
Quando lei si inchinò. 

Mio destino, mio travaglio,
Chi mi darà aiuto ?
Chi mi darà ascolto ?

Nel buio aspetto
La luce della sua bellezza.

>>> accetta il consiglio  🙂

Advertisements

One thought on “Lo chef consiglia #1

  1. anonimo ha detto:

    Pensare a te in questa notte
    non significava pensarti col mio solo pensiero,
    in solitudine, non significava trovarti dentro me.
    Era invece pensarti attraverso me,
    estesamente, nel mondo intero.

    Il grande sonno della campagna, le stelle,
    il mare silenzioso e le erbe invisibili,
    solo presenti in profumi asciutti;
    in tutto ciò, da Aldebaràn al grillo,
    ti stavo pensando.

    Con quale leggerezza
    si raccoglieva la pace
    tra le pietre, le stelle,
    l’acqua muta e la tremula boscaglia,
    la natura intera,
    e la mia anima,
    in quella dedica che così ti si offriva!

    E tutto si presentava
    mansueto alla mia voce, al tuo servizio,
    asceso adesso a volontà, a forza di amare.
    Le luci e le ombre costruivano
    la possibilità di desiderarti; edificavano
    il grande silenzio, attraverso la terra, docile,
    e voci di nuvole delicate, perse in cielo,
    orientavano a te quel canto
    che ora si andava componendo.

    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...