MINA “4 anni di successi”, RCA italiana, 1997

Questa raccolta si sofferma su di un periodo cruciale nella storia di Mina, gli anni dal 1963 al 1967. E’ in atto la trasformazione della giovane urlatrice dalle mille bolle blu in una sofisticatissima interprete. E come tutti i periodi di trasformazione è questo un periodo molto fecondo e interessante.

I 12 brani che compongono la antologia sono di svariatissimi autori e contengono brani assai diversi: alcune cover davvero originali (“La banda” di Chico Buarque de Hollanda), divertenti brani sbarazzini (“E’ l’uomo per me“, “Ta ra ta ta“), alcuni hit (“Città vuota“, “Un anno d’amore“) e, forse, il primo vero esempio della Mina che verrà (“E se domani“).
Ma la ragione per cui ho comprato questo disco, oltre al fatto che fa parte della oramai folta schiera dei CD venduti a 5 (cinque) euroni, è la presenza di una canzone, secondo me, tra le più belle di sempre (prima o poi dovrò fare una raccolta delle cAnzoni con la A maiuscola…).
Una canzone che, ascoltata distrattamente in macchina qualche mese fa, mi ha trafitto il cuore come raramente prima. E questo nonostante tra gli autori ci siano Maurizio Costanzo (?), per il quale non ho esattamente una passione, ed Ennio Morricone, che ne cura anche il riconoscibilissimo arrangiamento, le cui affermazioni fatte tempo fa proprio sulla musica pop mi hanno abbastanza deluso, poiché da un musicista come lui che ha frequentato sia la musica “colta” che quella “popular” mi aspettavo una maggiore comprensione della grandezza della musica leggera (non da opporre o pensare alternativa alle musiche “altre” ma da inserire tra queste con pari dignità).

Se telefonando“, perchè è di lei che sto parlando, parte con una introduzione stuzzicante che presto cede il posto al ritornello (?) o meglio alla melodia dominante la canzone che, andando contro le consuetudini della musica leggera, si impossessa del brano e non cede più lo scettro. In un circolare crescendo il motivo si ripete fino alla fine affidando alla portentosa ugola di Mina il compito di tenere viva l’attenzione dell’ascoltatore. In un vortice che sembra non finire la canzone gira e rigira, immobile eppure ascendente per poi terminare TROPPO PRESTO, spingendoci subito a risentirla.

Un capolavoro pop.

Un’insinuante meraviglia che ci ammalia senza che il tempo ne abbia minimamente scalfito la bellezza.

Annunci

One thought on “MINA “4 anni di successi”, RCA italiana, 1997

  1. anonimo ha detto:

    Accolgo con umiltà e spirito filiale la tua correzione. Mi adopererò con un post per porre rimedio alla mia ignoranza su quanto scritto.
    Che Sgalambro non me ne voglia.

    Un abbraccio
    Gionni il siculo in un indefinito esilio
    in compagnia del capitano del centro impressioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...