2 LP in 1 CD

C’è voluta la crisi planetaria dell’industria musicale per far si che qualcuno si facesse venire l’idea di riunire in un unico CD due LP di uno stesso autore senza tagli e mutilazioni varie.

Forse nelle alte stanze delle multinazionali qualcuno si è reso conto che per valorizzare il proprio catalogo non è necessario praticare ad oltranza esclusivamente l’assemblaggio di antologie banali e sempre uguali a sé stesse, ed ecco quindi sbocciare nei negozi due collane molto simili caratterizzate dall’unione di due album di uno stesso artista (album che, pensati per i vecchi LP, molto spesso non fanno alcuna fatica ad entrare in un solo CD), costo molto basso (intorno ai 5 euri), apparato iconografico e informativo ridotto al minimo ma comunque dignitoso.

La Warner si è inventata questa “2 LP in 1 CD” (titolo della collana poco creativo ma decisamente esplicativo) che spicca (anche) per il ripescaggio di materiali mai stampati prima in digitale dalle sue controllate Wea, CGD e Fonit Cetra.

E’ il caso di 2 gioiellini quali “Vox” e “Mediterranea” di Giuni Russo (per la prima volta integralmente pubblicati in CD), ma anche di “Finardi” e “Secret streets” di Eugenio Finardi e molti titoli di autori anni ’60 che (credo, non sono un esperto) mai erano stati pubblicati su CD e probabilmente non erano mai stati ristampati neanche come LP.

Tra gli altri titoli vi segnalo anche quello che riunisce “L’uomo” e la colonna sonora del film “Milano calibro 9” degli Osanna (forse i migliori lavori del gruppo napoletano, che io, a dire il vero, non amo molto…).

Da apprezzare che, almeno nei casi citati, siano stati uniti in unico CD degli LP usciti uno dopo l’altro in maniera tale da mantenere una certa coerenza di fondo in termini di sonorità, stile e maturità dell’artista (anni fa in un cofanettone unirono “Fetus” e “Pollution” di Battiato con uno dei suoi “Fleurs” secondo criteri artistico-musicali tutti da scoprire…).

Parallelamente è nata anche la collana della EMI2 original classic album” che pure presenta ad un prezzo popolarissimo 2 album (questa volta mantenendo la canonica divisione in 2 cd) in tutta la loro integrità. All’interno del mini-libretto ci sono le copertine dei due album a grandezza (quasi) naturale, mentre l’apparato informazionale è ridotto sotto la soglia minima di decenza.

Questa collana risulta meno interessante dell’altra se non altro perché mi sembra caratterizzata (ma posso sbagliarmi) solo da ristampe di materiali già editi, mentre l’altra si è sforzata di portare sul mercato italiano titoli che da tantissimo tempo meritavano una chance digitale unitamente a titoli semplicemente mai ristampati prima (e mi riferisco soprattutto ad artisti lontani da questi lidi quali Caterina Caselli, Johnny Dorelli, Marcella Bella e altri cantanti d’epoca o a protagonisti degli anni ’80 come Rettore o Umberto Tozzi).

In entrambi i casi due iniziative interessanti e tra le più sensate poste in essere dalle case discografiche negli ultimi anni.

p.s. Resto in attesa per la pubblicazione in questo formato dei 2 lavori “pop” di Giusto PioLegione straniera” e “Restoration“.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...