GIUNI RUSSO, “A casa di Ida Rubinstein 2011”, 2011, Edel

Cerco di essere una persona intellettualmente onesta, e non ho quindi problemi a parlare bene di lavori fatti, o curati, da persone che in passato ho giudicato negativamente per quello che hanno prodotto (e con le quali magari ho avuto anche degli incidenti spiacevoli).
Devo anche ammettere che mi ero accostato a questa riedizione con parecchi pregiudizi: non amo le rielaborazioni postume e non avevo apprezzato gran parte delle produzioni post-mortem relative a Giuni Russo, ma mi sono dovuto ricredere.

In questo cofanetto, contenente un cd e un dvd, troviamo, nel cd-audio, un disco storico ed emblematico di Giuni Russo, quel “A casa di Ida Rubinistein“, prodotto da L’Ottava, la (purtroppo effimera) etichetta discografica voluta da Battiato che realizzò un pugno di lavori molto interessanti negli anni ’80, nella quale l’artista siciliana si confrontava con alcuni brani di autori con la A maiuscola (Donizetti, Bellini, Verdi…) uscendone piuttosto bene (anche se il disco non fu esattamente un successo, specie se paragonato ai dischi precedenti).

Questa nuova versione si segnala per due aspetti. Il primo, più evidente, è che si è deciso di far partecipare ai vari brani nomi molto importanti del panorama musicale, soprattutto jazz-oriented, mentre il secondo è che, di fatto, con l’occasione i brani sono stati pesantemente rielaborati (non è chiaro quanto siano stati risuonati e quanto diversamente missati) spesso diminuendo il numero di strumenti presenti, alleggerendo il suono e dando più visibilità ai solisti (la Russo e i vari ospiti).
E’ questo il punto che voglio sottolinearvi: rispetto all’originale le tracce qui suonano più calde e convincenti. Forse il suono all’epoca era troppo pulitino e ingessato (erano pur sempre gli anni ’80), fatto sta che, cosa rara per questo tipo di rielaborazioni, dovendo consigliare l’acquisto di una delle 3 versioni esistenti di “A casa di Ida Rubinstein” io consiglierei proprio questa (oltre l’originale esiste anche una versione, ampiamente modificata, pubblicata in appendice al DVD “Mediterranea tour” nel 2005, ve ne parlai in un post che è passato a miglior vita…).

Naturalmente gli ospiti contribuiscono moltissimo alla realizzazione di questo nuovo sound: dal piano strabordante di Uri Caine, alla tromba equilibratissima di Paolo Fresu fino all’organo scoppiettante di Brian Auger.
Un caso a parte è la voce di Franco Battiato, che non poteva mancare a questo appuntamento e duetta con Giuni Russo in “Le crépuscule“.

Ho anche apprezzato, ma questo già lo immaginavate, il fatto che nel titolo del disco venga immediatamente chiarito che quello che ascoltiamo NON è il disco originale, ma una sua rivisitazione (passerò gran parte degli anni che mi restano da vivere a insistere su questo concetto: innanzitutto chiarezza e trasparenza).
Insomma: un lavoro interessante, che sicuramente poteva anche essere migliorato nella parte testuale (non sono indicati i musicisti che suonano nel disco, salvo gli ospiti…), ma che fondamentalmente si ascolta con enorme piacere.

Forse ora, finalmente, questo progetto ha trovato la sua degnissima conclusione.

a_casa_di_ida_rubinstein_2011_cover_big75

Piccola nota conclusiva per l’altro dischetto presente nella confezione: un dvd con le riprese di un concerto del 1991 nel quale, anche se il video non brilla per la qualità, l’ottimo audio ci regala alcune interpretazioni della Russo sempre di gran livello (peccato non si sia optato per rendere disponibili anche le tracce audio di questo concerto in un apposito cd…) con, in particolare, una “Post moderno” spettacolare.

Un acquisto consigliato che non vi lascerà delusi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...