G.L.FERRETTI & A.SPARAGNA “Litania”, Finisterre, 2004

Negli ultimi anni Giovanni Lindo Ferretti ha molto diversificato le sue attività, musicali e non, e ha stretto interessanti sodalizi con altri artisti. Particolarmente proficuo è quello con Ambrogio Sparagna col quale ha realizzato diversi lavori musicali oltre ad aver organizzato l’ultima “Notte della Taranta“, a Melpignano, la scorsa estate.
In questo CD troviamo la registrazione di un concerto tenuto il 16 ottobre 2004 nel Tempio Valdese di Torre Pellice.
L’ambiziosa intenzione, come esplicita lo stesso Ferretti nell’incipit del disco (“quello a cui assisterete non è uno spettacolo, è una preghiera, nella nostra intenzione, e, spero, anche nella vostra“), era di realizzare qualcosa di più di un semplice concerto, piuttosto si voleva cercare/recuperare una via popolar-musicale alla preghiera e alla liturgia.
Accompagnati da un piccolo, ma efficacissimo, ensemble (il quartetto vocale “Vox Clara“, il secondo organetto dell’ottima Clara Graziano, la “terza”, straordinaria, voce solista di Lorenzo Esposito Fornasari, i molti strumenti del poliedrico Erasmo Treglia) presentano brani di diversa origine e natura. Il grosso dell’opera è realizzata a partire da musiche (inedite e non) di Sparagna, dalle chiare ascendenze popolari, sulle quali si cantano testi (a volte in latino, altre in italiano) di preghiere cristiano-cattoliche, ci sono poi alcune canzoni del repertorio ferrettiano ri-arrangiate per l’occasione ed alcuni recitati eseguiti da Ferretti sia su suoi testi sia provenienti da fonti storiche.

Va detto che, presi uno per uno, molti dei brani eseguiti risultano di grande bellezza (il lavoro di arrangiamento di Sparagna è, come sempre, davvero notevole) con alcune perle assolute come la stravolta, rallentata, commovente, versione di “Intimisto” (col coro e le voci imprevedibilmente struggenti), la classica “Venite alla Capanna“, l’iniziale “Magnificat“, che con raro equilibrio unisce tradizioni musicali “alte” e “basse” (ma entrambe aspiranti alla dimensione del sacro), o l’entusiasmante “Te Deum” conclusivo.

Quello che turba, e non convince, è la pretesa di stare pregando. Ad esempio in “Occitania” si racconta (e a lungo) del massacro avvenuto a Montsegur nel 1244 quando i suoi abitanti, catari e non, uomini e donne, giovani e vecchi, vennero massacrati dall’esercito all’uopo assoldato dal Papa di Roma. Niente in contrario a che Ferretti faccia informazione su ciò che è stata l’Inquisizione, ma pregare, lo si consenta, è ben altra cosa.
E ugualmente c’entrano poco col pregare canzoni, pur di argomento religioso, come “L’orologio della passione” o “Paxo de Jerusalem“, o il monologo “Ed io Giuseppe“.

L’atmosfera che si percepisce è più quella, degnissima, di una festa paesana dove si festeggia il santo patrono o quella di una cantata, più o meno, profana. Ma chiamarla preghiera mi sembra una esagerazione.
In ogni caso un disco pieno di momenti coinvolgenti e con punte di assoluta bellezza, caratterizzato dalla ricca ed elegante confezione “a libro” con tutti i testi e le (abbondanti) riflessioni del tracimante Ferretti.

i forni crematori sono il progresso dei roghi

Advertisements

3 thoughts on “G.L.FERRETTI & A.SPARAGNA “Litania”, Finisterre, 2004

  1. 99giu ha detto:

    buona domenica!
    Giulia

  2. abulqasim ha detto:

    Grazie 🙂

    Buon’inizio di settimana 😉

    (Segunda feira de Lisboa, che nome di incanto, qui da noi è lunedì soltanto…)

  3. anonimo ha detto:

    PREGHIERA NELLE INTENZIONI …dice G.L. Ferretti prima dell’inizio dell’evento e della registrazione.
    Lo apprezzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...